Carl Gustav Jung PDF

Carl Gustav Jung teorizza che l’inconscio alla nascita contenga delle impostazioni psichiche innate, carl Gustav Jung PDF sicuramente dovute al tipo di sistema nervoso caratteristico del genere umano, trasmesse in modo ereditario. L’inconscio collettivo, per Jung, è costituito sostanzialmente da schemi di base universali, impersonali, innati, ereditari che lui chiama archetipi. Da un punto di vista psicodinamico Jung postula, poi, quattro funzioni fondamentali: pensiero, sentimento, sensazione e intuizione.


L’archetipo, conseguentemente, viene a essere un sorta di prototipo universale per le idee attraverso il quale l’individuo interpreta ciò che osserva ed esperimenta. Gli archetipi integrandosi con la coscienza, vengono rielaborati continuamente dalle società umane, si manifestano contemporaneamente anche in veste di fantasie e spesso rivelano la loro presenza solo per mezzo di immagini simboliche, si rafforzano, si indeboliscono e possono anche morire. Di archetipi in psicologia si sono occupati, oltre a Jung, anche Jacques Lacan e James Hillman. Gli esponenti dell’Umanesimo Normativo in sociologia attinsero al lavoro di Jung l’idea che gli archetipi mitici possano essere rintracciabili al di là dei confini tra le culture, facendo leva sull’aspetto universale inteso come umano del concetto.