2 Composizioni Corali A 6 Voci Sole PDF

Un coro è un complesso di persone che cantano insieme. La parola deriva dal latino 2 Composizioni Corali A 6 Voci Sole PDF e dal greco χορός. I componenti sono chiamati cantori o coristi.


NR 13033700 / Choir / SCORE /

Il direttore è detto ‘maestro del coro’. Nei cori professionali italiani il corista è identificato, anche in sede contrattuale, con la locuzione ‘artista del coro’. Il canto corale è un’espressione artistica presente pressoché ovunque, dalle origini della storia e con continuità. Presso alcuni popoli, come i Pigmei, rappresenta ancora oggi la massima manifestazione culturale. Nella Grecia antica il coro assunse particolare importanza nelle rappresentazioni dell’età di Pericle, evolutesi da manifestazioni religiose e cerimoniali effettuate da un coro di ballerini mascherati.

Nell’Europa occidentale la più antica musica corale scritta è il canto gregoriano, espressione del culto cristiano. Questa voce o sezione sull’argomento musica è ritenuta da controllare. Motivo: Le informazioni contenute necessitano di una revisione. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Il canto gregoriano e ambrosiano influenzano tutta la pratica corale medioevale e solo dopo il 1000 si formano le caratteristiche foniche moderne grazie all’arte polifonica. Durante tutto seicento e nel periodo barocco e tardo barocco il coro avrà un ruolo da protagonista nelle produzioni sacre di numerosi grandi compositori come Georg Friedrich Händel, Johann Sebastian Bach e tale ruolo rimarrà inalterato anche durante il periodo classico.

40 o più parti reali, come ad es. Le Muse », De Agostini, Novara, 1965, Vol. Pericle governò Atene per trent’anni, dal 460 a. Cantico dei cantici, oggi ritenuto opera di autore ignoto del IV secolo a. Come è noto, con l’editto di Costantino, il cristianesimo fu accolto ufficialmente tra i culti riconosciuti dallo stato, mentre con Teodosio I divenne religione di Stato.

Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 27 nov 2018 alle 12:44. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Trascorse un’infanzia povera a Hukvaldy, in Moravia, ricevendo dal padre, maestro elementare, violinista e organista dilettante, le prime lezioni di musica. Janáček fu un compositore a sviluppo artistico molto tardivo: dopo essersi diplomato a diciotto anni in magistero al convento di Brno, tra il 1874 e il 1875 proseguì i suoi studi musicali presso la scuola d’organo di Praga.

In questo periodo conobbe Antonín Dvořák, il compositore cèco che avrebbe notevolmente influito sulle sue prime composizioni, col quale strinse un’amicizia destinata a durare negli anni. Beseda brnenská, lavorando nel contempo come insegnante di musica presso il locale istituto magistrale. A questo periodo risalgono i suoi primi lavori corali e strumentali. 13 luglio si sposa con la pianista Zdenka Schulzová. Il primo periodo della carriera artistica di Janáček – noto come il periodo romantico – è influenzato da Smetana e, soprattutto, da Dvořák.

Dal 1888 al 1906 Janáček si dedicò soprattutto alle ricerche folkloriche, che ispirarono anche il suo lavoro compositivo, profondamente legato ai canti e alle danze della Moravia. L’adesione al movimento ideologico di Masaryk conferì dunque al lavoro di Janácek un più chiaro significato patriottico e democratico. Jenufa che Janácek afferma decisamente il suo rifiuto delle concezioni romantiche e la volontà di appartenere invece ad un mondo ideale e morale nel quale vengano rispettati i diritti degli uomini, a partire dai più umili e indifesi. Il 20 marzo 1898 dirige a Brno la prima assoluta di La colomba selvatica di Antonín Dvořák. Sul finire del XIX secolo Janáček intensificò la sua attività di etnomusicologo ante-litteram.